Montaggio di una Tenso dalla A alla Z


Arrivati sul posto dell’evento organizzato dal nostro cliente, si inizia con l’ispezione del luogo, osservando l’altezza del terreno, se ci sono ostacoli per il montaggio come alberi, siepi, blocchi di cemento, pali o altro; compreso il livello della zona da allestire allora si può iniziare a scaricare i furgoni e dare inizio alla magia della Expoteam s.r.l.

Il tutto ha inizio mediante la misurazione tramite dei metri a rullo per calcolare al cm quale sarà la porzione di prato/asfalto da andare a coprire con la tensostruttura.

Posizionando a terra i due nastri andiamo a sistemare dei punti di riferimento dove andremo di conseguenza ad alloggiare le piastre, base per le gambe della copertura.

La distanza tra queste piastre viene a sua volta misurata in modo tale da rendere la quadratura dell’intera struttura perfettamente simmetrica, precisa e pulita, così da permettere un montaggio semplice, pratico, veloce e in totale sicurezza.

Questa parte dell’installazione può diventare problematica quando si lavora su piani a più dislivelli, dove l’altezza della prima/seconda piastra può diventare troppo diversa rispetta alla terza/quarta; in quel caso non diventa impossibile, però richiederà sicuramente più tempo e precisione di lavoro.


Stabilito che le piastre sono in quadratura, fissate con picchetti lunghi mezzo metro affondati nel terreno oppure tramite dei blocchi di cemento adatti a bloccare la struttura in montaggio, si comincia a “disegnare” sul terreno lo scheletro della copertura tramite i pezzi di cui è composta: gambe, traverse, tiranti e tutto il resto che la compone, ovviamente in alluminio, resistente e perfetto per resistere a intemperie e altro.

Una volta che i furgoni sono vuoti, con tutto il carico piazzato in maniera strategica, si parte con il montaggio a terra di ogni singola campata che, una volta completate tutte quante, si alzeranno per andare a formare la base della copertura, legate le une alle altre tramite degli alcareggi specifici e ideati appositamente per sostenere determinati carichi e agenti atmosferici.


L’innalzamento delle campate viene effettuato tramite il muletto, nella situazione più semplice, oppure a mano, quando il terreno non permette il passaggio di un muletto/merlo o altre macchine utili.

Subito dopo che tutte le campate sono state tirate su, agganciate tra loro, ancorate in maniera salda al terreno in modo da permettere di poterci lavorare in completa sicurezza, avviene l’installazione dei teli di copertura, teli in PVC bianco oppure in CRISTAL trasparente: entrambi ignifughi, il primo oscurante e il secondo no e impermeabili.


A seguito della installazione del tetto, si procede realizzando l’impianto elettrico dedito all’illuminazione realizzabile mediante neon, faretti e lampadari in ferro battuto con candele decorative.

Sotto richiesta è possibile realizzare un controsoffito che, realizzato appositamente per ogni struttura, elegante, scenico e raffinato, va a contornare i possibili lampadari, donando così uno stile cerimoniale e spettacolare.

Sui lati della struttura è possibile scegliere se utilizzare dei teli in PVC oppure in CRISTAL, esattamente come per il tetto. Se si intende realizzare una copertura scenografica allora l’ideale è il CRISTAL, così da poter osservare la meravigliosa location in cui ci si trova.

 


Arrivati a questo punto la tensostruttura può essere definita conclusa, pronta per ospitare eventi di grande o piccola entità oppure celebrazioni, meeting o qualsiasi idea che vi viene in mente.

In aggiunta si potrebbe andare ad installare anche la pavimentazione, realizzata tramite abete lamellare verniciato ignifugo cl.1, decorabile con moquette di colore a vostra scelta.

Una volta arrivati fino a qui non vi resta altro che entrare all’interno della struttura e godervi il vostro evento a pieno, contornato da una copertura sicura ed elegante per assicurare una manifestazione da manuale

Share this post